Con decreto del ministero dell’interno del 19 marzo 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 25 marzo, è stato approvato l‘”Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private di cui al decreto 18 settembre 2002”.

La novità riguarda anche molti enti associati Uneba, dato che il decreto ministeriale 18 settembre 2002 si applica anche a “strutture che erogano prestazioni in regime residenziale a ciclo continuativo e/o diurno” e a “strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio”

Vengono integralmente modificati i Titoli III e IV della precedente Regola e viene aggiunto un Titolo V.

“Novità di rilievo – spiega Puntosicuro – è l’introduzione del sistema di gestione finalizzato all’adeguamento antincendio (…). A tal fine è stata prevista una nuova figura: quella del Responsabile tecnico della sicurezza antincendio per la predisposizione e attuazione del sistema di gestione”.

Questo sistema di gestione dovrà contenere:

  • il documento di strategia nei riguardi della sicurezza antincendio a firma del responsabile, indicando il budget da impegnare per la sicurezza antincendio nel periodo considerato

  • l’analisi delle principali cause e pericoli di incendio e dei rischi per la sicurezza delle persone

  • il sistema di controlli preventivi che garantisca il rispetto dei divieti ed il mantenimento nel tempo delle misure migliorative adottate nelle varie fasi (divieti, limitazioni, procedure di esercizio, ecc.)

  • il piano per la gestione delle emergenze

  • il piano di formazione e l’organigramma del personale addetto al settore antincendio ivi compresi i responsabili della gestione dell’emergenza