Il Comitato interministeriale per la programmazione economica su proposta del Ministro per i rapporti con le Regioni, ha autorizzato nella seduta del 23 marzo l’utilizzo delle risorse del Fondo per le Aree Sottoutilizzate (Fas) 2007 – 2013 relative ai programmi di interesse strategico delle Regioni Abruzzo (160 milioni di euro), Campania (322 milioni di euro) e Lazio (796 milioni di euro) per il ripiano dei disavanzi sanitari di queste tre regioni.

In materia l’articolo 2, comma 90, della Finanziaria 2010 dispone che “Le regioni interessate dai piani di rientro, d’intesa con il Governo, possono utilizzare (…) a copertura dei debiti sanitari, le risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate relative ai programmi di interesse strategico regionale di cui alla delibera del CIPE n. 1/2009 del 6 marzo 2009 (…) nel limite individuato nella delibera di presa d’atto dei singoli piani attuativi regionali da parte del CIPE”.

Parte di questi fondi Fas – 531 milioni per il Lazio, 200 per la Campania, 94 per l’Abruzzo – era inizialmente stata destinata alla realizzazione di infrastrutture.