Pubblichiamo un estratto del comunicato stampa con cui Fondazione Santa Tecla, struttura residenziale per anziani di Este (Pd) associata ad Uneba Veneto, annuncia l’accordo trovato con i sindacati, in attesa del voto dei lavoratori, dopo che era stata avviata una procedura di licenziamento collettivo ed esternalizzazione.

INNOVATIVO ACCORDO SINDACATI-SANTA TECLA: NESSUN LICENZIAMENTO, CONTRATTO DI SOLIDARIETA’ AL 70%/75% DI STIPENDIO PER 50 DEI 176 LAVORATORI

Nessun licenziamento. Contratti di solidarietà per 50 dipendenti, ma con il 70%-75% dello stipendio attuale. Per i restanti 126 lavoratori, tutto resta come prima.

Sono questi i termini dell’innovativo accordo su Fondazione Santa Tecla, struttura per anziani di Este, firmato il 21 ottobre (…)assieme a tutti i rappresentanti sindacali Cgil, Cisl e Uil provinciali e regionali ed alle rsa di Cgil e Cisl. Ora spetterà ai lavoratori di Fondazione Santa Tecla il voto di approvazione o meno dell’accordo giovedì 31 ottobre.

(…)

Dei 99 dipendenti che potevano essere interessati dall’esternalizzazione, tutti conservano posto di lavoro e contratto.

Per 50 di questi 99 s’applica il contratto di solidarietà: conservano il posto e, per due anni, avranno orario ridotto al 50% dell’attuale, o poco meno. In aggiunta allo stipendio ricalcolato, riceveranno anche l’integrazione dall’Inps: la loro retribuzione futura sarà quindi tra il 70% e il 75% di quella attuale.

Fondazione Santa Tecla pagherà a tutti i dipendenti i contributi. Ha garantito anche un altro segno di disponibilità verso i 50 interessati dall’accordo: se si troveranno in difficoltà economiche, la Fondazione è pronta a fornire un sostegno temporaneo, in attesa che l’Inps attivi con i suoi tempi il meccanismo di pagamento delle integrazioni salariali.

(…)

Altro elemento innovativo: con l’accordo di oggi è stato costituito un Tavolo permanente di confronto a cui, oltre che Fondazione Santa Tecla e sindacati, partecipa anche il sindaco Piva, che con la sua presenza ribadisce che la struttura per anziani è anzitutto un servizio fondamentale alla comunità cittadina di Este.

Il meccanismo messo a punto garantisce la continuità del servizio agli anziani a Santa Tecla – per gli ospiti ed i loro famigliari non ci saranno novità- e il pieno rispetto degli standard regionali sull’assistenza.