Va iscritto all’assistenza sanitaria integrativa anche il personale che attualmente si trova in aspettativa?
Il piano sanitario è collegato allo status di dipendente a prescindere dallo stato di servizio. (E non riguarda, invece, i collaboratori).
Il datore di lavoro deve inserire subito in copertura anche il personale in aspettativa, accertandosi solo se l’interessato intende includere il nucleo familiare (non il coniuge fiscalmente a carico, che va in automatico).
Se si tratta solo del dipendente, il modulo di adesione alla sanità integrativa può non essere compilato, sarà cura di Unisalute ottenere il consenso del dipendente all’utilizzo dei dati sensibili in un secondo momento.
Se invece il dipendente in aspettativa vuole includere il nucleo familiare, allora è necessario che riceva e sottoscriva il modulo per l’adesione.