Uneba Toscana, assieme ad altre organizzazioni datoriali ed ai sindacati, prende parte al tavolo di confronto con l’assessorato alla sanità della Regione Toscana su possibili riforme al sistema di assistenza per gli anziani non autosufficienti.

Al centro dell’attenzione in particolare è la delibera della giunta regionale 402 del 2004, che dà gli indirizzi per il sistema di assistenza e ridetermina la quota sanitaria per chi è ospitato in residenza sanitaria assistenziale, in base a calcoli sul costo del lavoro (delle prestazioni sanitarie) fatti anche sulla base del contratto nazionale Uneba.

Uneba Toscana, come spiega il vice presidente Carlo Alberto Orvietani, è disponibile al confronto, ma, come ha spiegato alla Regione, a condizione che non vengano tagliate le risorse destinate al settore e che gli eventuali cambiamenti non portino ad un abbassamento della qualità del servizio che deve essere garantito agli anziani, anche perché ciò andrebbe a danneggiare, oltre al benessere degli ospiti, anche l’occupazione nel settore.

Uneba Toscana è invece pronta a valutare proposte di riorganizzazione di settore, revisioni alle regole, o ritocchi all’organizzazione del sistema di assistenza, purché nell’ottica di un miglioramento del servizio agli ospiti o di una sua gestione più efficiente.

E’ fissato per mercoledì 6 aprile il prossimo incontro tra le associazioni di categoria e l’assessorato.