Skip to content

Regione Veneto – Nuova Svama e nuova Svamdi

Cambia in Veneto il sistema informativo relativo alla residenzialità extraospedaliera dei non autosufficienti, cambia la scheda Svama per valutazione multidimensionale dell’anziano e cambierà la scheda Svamdi per la persona con disabilità.

E’ quanto prevede la delibera della giunta regionale 2961 del 28 dicembre 2012 con i suoi tre allegati riguardanti:

La delibera approva il frutto del lavoro della commissione di studio sul riordino del sistema informativo relativo alla residenzialità extraospedaliera previsto dalla dgr 1059/2012.

Tra le proposte della commissione, la definizione di un tracciato record universale e onnicomprensivo per la residenzialità extraospedaliera anziani e altri non autosufficienti e di un analogo tracciato record per la residenzialità extraospedaliera delle persone disabili.

Questo tracciato sarà organizzato in 7 sezioni:

  • a. anagrafica dell’utente;
  • b. valutazione multidimensionale (iniziale, periodica e straordinaria);
  • c. emissione impegnativa di residenzialità;
  • d. ammissione, dimissione, trasferimento (ADT), assieme ai dati di qualità assistenziale;
  • e. dati di funzionamento dell’unità di offerta (UDO)
  • f. rilevazione periodica dei costi sanitari sostenuti dall’ULSS in regime di convenzione con il
  • centro di servizi;
  • g. anagrafe unica regionale delle UDO, per la correlazione univoca e diretta dei dati alle singole UDO.

Sono le novità del del tracciato record, in particolare nella sezione “valutazione multidimensionale”, ad avere fatto emergere la necessità di apportare alcune modifiche a Svama e Svamdi.

I provvedimenti analoghi relativi alla disabilità sono rimandati ad una successiva delibera, stabilisce la dgr 2961.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care