Skip to content

Regione Lombardia vuole un”Nuovo patto per il welfare”

La giunta di centrodestra che governa la Lombardia vuole costruire un “Patto per il welfare” in vista di una riforma del sistema. E sottoscriverlo entro fine luglio.

Con delibera IX/3481 del 16 maggio 2012 la giunta ha “preso atto” della comunicazione del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e del suo assessore al sociale Giulio Boscagli riguardante l’avvio del “percorso di consultazione pubblica con i soggetti pubblici e privati, profit e non profit, per la condivisione e la sottoscrizione di un Nuovo patto per il welfare lombardo“.

La comunicazione già stabilisce parte dei contenuti di questo Patto, e le consultazioni in vista della firma del Patto sono già in corso.

Ma quali sono i principi di questo Patto?

  1. centralità della famiglia
  2. passaggio dall’offerta alla domanda: libertà di scelta per il cittadino che disporrà di voucher/doti/buoni sociali e sociosanitari, competizione tra gli erogatori accreditati
  3. Fattore Famiglia Lombardo
  4. semplificazione
  5. integrazione degli interventi, in particolare attraverso la “dote welfare”
  6. sussidiarietà
  7. inclusione e coesione sociale, stimolando la crescita dell’imprenditoria sociale

“Sono tre – ha detto Boscagli nel corso di un convegno – i motivi che ci hanno portano all’avvio di un confronto con tutti i soggetti del sociale per costruire insieme la riforma del nostro sistema di welfare: la riduzione di risorse dovute alla crisi economica, l’invecchiamento della popolazione e un’eccessiva centralizzazione del sistema”.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disagio minorile, sfide educative e buone pratiche nazionali – Convegno Uneba a Napoli

Due giorni per parlare del disagio minorile e delle fatiche di bambini, ragazzi, giovani. Per raccogliere riflessioni su
Leggi di più

Musica per l’autismo: la Calicanto Band (Uneba Fvg) a In&Aut

La band di musica integrata La Calicanto Band dell’associato Uneba Friuli Venezia Giulia Asd Calicanto è stata protagonista
Leggi di più

Samaritanus Care, infermieri dall’estero per Uneba e Aris – Video

Venerdì 17 alle 12 a Palazzo Grazioli a Roma conferenza stampa di presentazione di  Samaritanus Care, progetto per l’inserimento
Leggi di più

Il futuro e i bilanci delle Rsa: convegno dell’Osservatorio

“Rsa: perché sono indispensabili e insostituibili”. Lo spiegherà il convegno dell’Osservatorio settoriale sulle Rsa di martedì 28 a
Leggi di più

Territorio e tecnologia: il futuro delle Rsa secondo Uneba

Il futuro delle Rsa e dei centri servizi per anziani sta nel mettere le loro competenze e tecnologie
Leggi di più

Uneba: la persona al centro delle relazioni di cura

Il futuro nel settore sociosanitario di ispirazione cristiana: la Persona al centro delle relazioni di cura è la relazione
Leggi di più

Emendamento Giorgetti Superbonus, Uneba: più fondi per il Terzo Settore

Emendamento Giorgetti sul Superbonus, i 100 milioni previsti sono un aiuto piccolissimo per le decine di migliaia di
Leggi di più

Minori – Convegno Uneba a Napoli il 14 e 15 giugno 2024

“Il futuro delle giovani generazioni – Le sfide nel lavoro educativo e di cura” è il titolo del
Leggi di più

Sponsor