Corriere del Veneto, 17 maggio 2019

VERONA – Sarà sciopero. Di due ore per turno. «Assicurando, comunque, l’assistenza minima essenziale». Succederà, lunedì 3 giugno, all’Istituto assistenza anziani, 650 posti letto fra le strutture Al Parco, Loro, Santa Caterina, Don Carlo Steeb e Marzana, per numeri la più importante realtà del genere sul territorio comunale. Ad annunciarlo è Tiziano Castioni, Cisl Funzione Pubblica: «Dopo l’incontro in prefettura del 3 maggio non è cambiato niente». Quell’incontro, presente il dg dell’Iaa, Adelaide Biondaro, si era tenuto in seguito allo stato di agitazione proclamato dai 200 lavoratori — sui circa 500 totali — delle strutture Al Parco (228 posti letto) e Loro (118) a causa della riorganizzazione del lavoro. Secondo i sindacati — che ieri hanno chiesto un incontro anche al sindaco Federico Sboarina e all’assessore ai Servizi sociali, Stefano Bertacco — tale riorganizzazione «viola la dignità dei dipendenti aumentandone stress e carichi, con ricadute sui servizi, quindi va abbandonata». Biondaro aveva già parlato di «riorganizzazione necessaria, senza che risultino carichi in aumento, e un dialogo coi sindacati che l’Iaa ha sempre cercato». La mediazione, però, è fallita. Il motivo, per le sigle, sta nell’«assoluta inconsistenza delle risposte alle nostre richieste», come recita la nota con cui Cisl, Cgil, Uil e Csa annunciano lo sciopero del 3 giugno.