Domani, giovedì 7 maggio, alle 11.30, di fronte al Municipio in piazzetta Mercanti, il sindaco Paolo Dosi incontrerà i partecipanti alla “Marcia delle carrozzine”, iniziativa di sensibilizzazione, promossa a livello internazionale dal Gruppo europeo per l’autosufficienza avanzata della disabilità, cui anche Piacenza ha aderito.  Nell’occasione, verrà consegnato dagli organizzatori al primo cittadino (come avverrà in tutti i Comuni coinvolti) il documento-petizione che riassume dieci richieste fondamentali rivolte alle istituzioni politiche e amministrative per la piena tutela dei diritti delle persone disabili, toccando punti nodali quali l’integrazione sociale, scolastica e lavorativa, l’eliminazione delle barriere architettoniche, l’attivazione di servizi che favoriscano l’indipendenza. Aderiscono anche i consiglieri del Movimento 5 Stelle.

 IL COMUNICATO DEGLI ORGANIZZATORI “CITTADINI DIS-PERFETTI”

La Marcia delle Carrozzine a Piacenza: Presidi di persone disabili e familiari davanti ai comuni d’Italia. Partecipiamo numerosi! La Costituzione Italiana esprime l’idea, inclusiva, solidale e partecipativa di cosa sia essere Cittadino o Cittadina Italiana, senza distinzioni o discriminazioni. In particolare gli articoli 2, 3 e 32 tutelano il cittadino come individuo e nelle formazioni sociali, ne garantiscono i diritti inviolabili: la libertà, l’uguaglianza davanti alla legge, il diritto alla dignità sociale, il diritto alla salute, il diritto alla rimozione degli ostacoli che di fatto limitino o compromettano il reale e concreto godimento degli stessi.
La legge del 5 febbraio 1992 n. 104 (“Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”) dava all’Italia una legislazione allora all’avanguardia per riconoscimento e concreta attuazione dei diritti delle persone con disabilità, promuoveva un approccio integrato alla disabilità, indicava concrete modalità di collaborazione e percorsi di personalizzazione degli interventi, pur necessitando di revisione e attualizzazione, questa legge conserva intatta la validità dell’impianto fondato sui Diritti dell’Uomo e del Cittadino.
Gli indiscriminati e miopi tagli al welfare, alla sanità, alla scuola stanno, di fatto, riportando la situazione indietro di 20 anni, con la differenza che la sensibilità ai risvolti concreti e pratici della disabilità in Italia ha lasciato il posto ad una subdola sensibilità lessicale svuotata di contenuti.
Essere cittadini in un paese civile significa appartenere ad una società civile, significa muoversi in quella società civile, significa esprimere se stessi in quella società civile, significa poter compiere delle scelte in quella società civile.
Per ogni cittadino, oggi, ognuna di queste declinazioni dell’essere cittadini è mortificata e svilita quotidianamente, il lavoro manca, la sanità pubblica è alla deriva, la scuola pubblica letteralmente cade sulle teste dei nostri figli… per i cittadini con disabilità lo spazio in cui muoversi, esprimersi, scegliere è ancora più angusto e si restringe sempre più…
La Marcia delle Carrozzine si svolgerà con diversi eventi in tutta Italia compresa Piacenza il giorno giovedì 7 maggio 20115, con ritrovo alle 11.30 sotto i portici di Palazzo Mercanti per la consegna al Sindaco di un documento per sensibilizzare le amministrazioni pubbliche e il Governo al rispetto dei principi Costituzionali di inclusione, partecipazione e solidarietà a cui tutti i cittadini, nessuno escluso, hanno diritto perchè, al di là del peloso buonismo lessicale, lo ripetiamo, la verità è che siamo tutti DIS-PERFETTI per questo non siamo soli, o non dovremmo esserlo. MAI.