Gazzettino 8 gennaio

Sono 125 i bambini e gli adolescenti autistici oggi seguiti dall’Usl 7. Novantacinque di loro frequentano la scuola e per loro l’Usl conferma il progetto di inclusione scolastica. L’attività di formazione per docenti, personale educativo ed assistenziale, che affianca a scuola bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico, prenderà avvio il 13 gennaio. Per loro lezioni frontali, ma anche laboratori, esercitazioni pratiche e attività di tutoring. La specificità dei bisogni di questi bambini e la varietà dei quadri clinici richiedono che gli operatori e gli adulti, che nei diversi contesti si occupano di loro, sviluppino conoscenze e competenze approfondite per relazionarsi in modo appropriato. Da qui il progetto formativo varato per il terzo anno dall’Usl 7. Si tratta di un’iniziativa a cui partecipano tutti i soggetti coinvolti nei percorsi formativi, educativi e riabilitativi: Usl 7, Ambito scolastico territoriale di Treviso, Centro territoriale per l’inclusione di Conegliano, Pieve di Soligo e Vittorio Veneto, Nostra Famiglia di Conegliano-Pieve di Soligo, Fondazione Oltre il labirinto onlus e Angsa Treviso Onlus (Associazione nazionale genitori soggetti autistici). I risultati del progetto negli anni precedenti sono stati oggetto di un’attenta analisi che ha evidenziato un miglioramento delle competenze degli operatori nell’affrontare la complessità delle dinamiche sociali, educative e didattiche che i bambini, che presentano questo disturbo, pongono. Il progetto elaborato per l’anno scolastico 2015/16 presenta delle novità. L’attività formativa sarà rivolta in modo particolare agli insegnanti e agli addetti all’assistenza che non hanno finora avuto esperienza con alunni con disturbi dello spettro autistico. Inoltre, l’attività sarà articolata per ordine di scuola così da affrontare i bisogni specifici del bambino, dell’adolescente e della sua famiglia nelle diverse fasi dello sviluppo.