Quotidiano E-R
7 gennaio

“Sempre più di frequente viene ipotizzato, ai vari livelli decisionali dell’Azienda sanitaria locale di Piacenza, il trasferimento a Fiorenzuola d’Arda, dove si sta procedendo all’ultimazione del blocco B dell’ospedale, dell’attività di riabilitazione e di recupero dell’ospedale di Villanova sull’Arda, uno dei pochi centri in Italia in cui si assistono mielolesi, ossia persone con funzioni motorie compromesse a seguito di lesioni midollari”. Ma una simile decisione “finirebbe per svuotare di molte funzioni la struttura ospedaliera di Villanova sull’Arda, la quale perderebbe centralità e importanza nonostante l’eccellenza strutturale e dei servizi erogati”.
Lo scrive Matteo Rancan (Ln) in una risoluzione presentata all’Assemblea legislativa per chiedere alla Giunta di “garantire l’apertura del Centro di recupero e di rieducazione funzionale di Villanova sull’Arda mantenendone inalterate struttura, funzioni e organico”.
Il consigliere coglie poi l’occasione per impegnare l’esecutivo anche a “favorire una fruizione dei servizi ospedalieri diffusi su tutto il territorio, evitando eccessive centralizzazioni delle prestazioni sanitarie, che spesso risultano essere alla base di rallentamenti ed inefficienze nell’erogazione dei servizi” e a “sostenere la capillarità del Servizio sanitario regionale, garantendo anche alle piccole realtà comunali la presenza dei presidi ospedalieri esistenti che, oltre ad assicurare prestazioni sanitarie, favoriscono movimento e dinamismo, contribuendo a diminuire lo spopolamento e l’abbandono a cui sono spesso soggette le località minori lontane dai grandi centri urbani”.