Quotidiano E-R
21 dicembre

Alcuni dati recentemente diffusi dall’Asl di Piacenza sulla Unità operativa complessa di chirurgia della Val Tidone (ospedale di Castel San Giovanni) “appaiono orientati a rappresentare una realtà dei fatti negativa, relativamente al numero degli interventi effettuati al colon, mentre così non è”. Nei fatti, “il numero di interventi sul colon retto eseguiti negli anni 2013 e 2014 presso l’unità operativa chirurgica sono stati rispettivamente 75 nel 2013 e 76 nel 2014”. Lo scrive Tommaso Foti (Fdi-An) in una interrogazione rivolta alla Giunta. 
Il consigliere, nel rilevare che da un articolo pubblicato (nel settembre 2014) su International journal of colorectal disease si apprende che è pari a 29  il numero minimo di interventi demolitivi sul colon affinché una unità operativa sia validabile, chiede alla Giunta di chiarire che, “al di là delle scelte organizzative (?) che la direzione generale dell’Ausl di Piacenza intende effettuare, i dati relativi agli interventi chirurgici non possono né devono – dalla stessa – essere piegati a ragioni di convenienza (politica o economica) ma devono essere fedelmente rappresentati tal quali sono, il che comporta – nel momento di qualsiasi decisione – l’assunzione di responsabilità e non la ricerca di comodi alibi”.