ROVIGO – Il Servizio civile regionale volontario “Giovani e anziani ATTIVAmente”, sostenuto grazie al progetto Home Care Premium 2012 promosso dall’Inps, è giunto al termine.
Sono Giada Previato, Elena Beretta e Veronica Padoan le tre le volontarie che hanno avuto l’opportunità di svolgere il servizio civile nel Comune di Rovigo, nel settore Servizi alla persona, area anziani, dedicando 12 mesi, per 18 ore settimanali, a sé stesse e agli altri. Un impegno che ha rappresentato una “ulteriore risorsa” alla rete di servizi realizzati dal Comune in favore di 58 persone anziane. Tra questi, la fornitura di interventi assistenziali come provvedere all’acquisto di beni di prima necessità, l’accompagnamento alle visite mediche, un aiuto per il disbrigo di pratiche burocratiche, compagnia, socializzazione o semplicemente portare un sorriso o una parola di conforto a chi è solo e vive un momento di fragilità.
“Il servizio civile – hanno detto le tre ragazze -, non è un semplice aiuto volontario ma è un percorso di vita, di conoscenza, di difficoltà ma anche di realizzazione, con l’unico obiettivo di crescere e di conoscere i servizi presenti nel territorio. Ogni persona incontrata ci ha lasciato qualcosa di positivo ma anche di negativo, facendoci riflettere sul nostro percorso di vita, cambiare punti di vista e il modo di relazionarsi con le persone, avendo un occhio più attento nei confronti degli altri”.