ROVIGO – La morte di una 75enne in ospedale a Rovigo ha provocato una causa da 700mila euro all’Ulss 18.
Sono le conseguenze della morte dell’anziana, avvenuta il 18 aprile 2012. La donna era stata ricoverata il 6 aprile nel reparto di dermatologia per un’eruzione cutanea.
Nella notte del 17 aprile la paziente aveva avvertito forti dolori all’addome, con difficoltà a respirare e vomito. Nonostante ciò, non è stata sottoposta alla visita del medico per accertamenti, ma solo con antidolorifici nel corso del giorno successivo. Nella serata del 18, però, la situazione si aggrava, fino ad arrivare alla morte della donna.
I familiari della donna hanno presentato ricorso, sottolineando due presunte omissioni, ovvero la mancata visita notturna mentre la donna stava male e la mancata e tempestiva valutazione dell’ischemia intestinale come probabile causa dei dolori dell’anziana, chiedendo un risarcimento di 700mila euro. A luglio si svolgerà la prima udienza.