Ravenna – Posti auto personalizzati per i disabili. È la proposta contenuta nel ‘Regolamento per la concessione di spazi di sosta ai titolari di contrassegno invalidi nel territorio comunale’, approvato ieri a larga maggioranza in consiglio comunale.
I titolari (o tutori di titolari) di un contrassegno invalidi che presentino particolari condizioni di invalidità potranno richiedere un posto auto personalizzato, solo su alcune strade ad alta densità di traffico. Il beneficio è limitato agli invalidi civili con riconoscimento dell’indennità di accompagnamento e necessità di assistenza continua, e ai portatori di handicap motorio grave. Inoltre, il richiedente non deve avere la disponibilità di un posto auto privato. Su proposta di Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna, sono stati esclusi dal beneficio anche coloro che possiedono un locale destinato a garage, ma usato in altro modo. È stato invece respinto un altro emendamento di Ancisi, che chiedeva di estendere la possibilità di richiedere un posto auto personalizzato anche vicino al luogo di lavoro, in presenza di particolari difficoltà motorie.
L’area ad alta densità di traffico è individuata da un apposito elenco di strade allegato al regolamento.
Inoltre, il regolamento introduce la possibilità, per i titolari di contrassegno, di parcheggiare sulle strisce blu nel caso non vi siano posti liberi riservati ai disabili, senza dovere pagare la sosta e per un tempo illimitato.
«Per la prima volta – spiega l’assessore al traffico Enrico Liverani – si approva un regolamento su questo tema: prima la gestione era frammentata. Un aspetto importante è che sia previsto un collegamento tra Polizia municipale e Ausl, e una chiara indicazione dei rischi che si corrono in caso di uso improprio del contrassegno».
Le novità riguardano un’ampia platea di utenti della strada. La Polizia municipale fa sapere che i contrassegni validi per disabili nel comune di Ravenna (che danno diritto alla sosta negli appositi stalli e all’ingresso nella Ztl) sono 3.960. Le sanzioni per sosta vietata nei posti auto riservati ai disabili, nel 2014, sono state 597, oltre una e mezza al giorno, ma il dato è in calo rispetto al 2013 (771) e al 2012 (749).
C’è anche chi abusa del permesso: l’anno scorso sono state elevate 10 sanzioni amministrative per uso improprio del contrassegno disabili (al netto delle denunce per contraffazione).