La Nuova, 27 gennaio 2016

PORTOGRUARO Un passo avanti per la nuova Rsa, in pieno centro a Portogruaro. Ieri mattina la quintacommissione consiliare regionale (quella alla Sanità, di cui fa parte anche il consigliere regionale portogruarese Fabiano Barbisan della Lista Zaia) ha dato parere favorevole alla vendita dell’ospedale vecchio, in via Spiga. Il direttore generale dell’Asl 10 Carlo Bramezza, unitamente al direttore dei servizi tecnici Peter Casagrande e al sindaco Maria Teresa Senatore, ha partecipato all’audizione a Palazzo Ferro Fini dove ha illustrato il progetto che prevede l’alienazione del vecchio ospedale e, in sua sostituzione, la realizzazione di una Rsa da 90 posti letto e di un ospedale di comunità da 20 posti letto. «Il progetto di vendita e di realizzazione della nuova struttura è parte integrante di un accordo di programma siglato con il Comune di Portogruaro già nel 1996», ricorda Bramezza, «poi aggiornato, nel 2014, al piano socio-sanitario regionale e alle mutate esigenze della comunità portogruarese. La Rsa darà finalmente una risposta assistenziale alla popolazione più debole e che necessita di una struttura adeguata». L’ospedale di comunità è una delle novità contenute nella programmazione regionale. «Sarà un luogo in cui verranno ospitate tutte le persone che necessitano di assistenza ma non di un ricovero o, all’opposto, per pazienti dimessi dall’ospedale ma che non possono ancora essere lasciati “soli” al domicilio. E non tralascerei infine che la nuova struttura», conclude Bramezza, «riqualificherà il contesto urbano del centro storico di Portogruaro». Il prezzo di vendita della struttura è stato stimato in 1,9 milioni di euro. La residenza sanitaria assistenziale verrà realizzata a carico di privati che si occuperanno anche della gestione.