Parte da Piacenza la rivoluzione sportiva che mette al centro i disabili. E’ stato firmato nei giorni scorsi l’accordo regionale per la promozione dell’attività sportiva di persone disabili grazie all’aiuto di personale qualificato e alla sinergia tra la cooperativa sociale Coopselios, il Comitato italiano paralimpico Emilia Romagna e il comitato regionale del Centro sportivo italiano.
L’accordo, che sarà adottato in tutta la regione, ha già raccolto l’adesione di 300 disabili nella sola provincia di Piacenza e si occuperà di tornei di basket integrato, calcetto integrato, bocce, nuoto, danza sportiva e marcia. Nel mese di luglio, al Csi di via San Sepolcro a Piacenza sarà organizzato un momento pubblico di restituzione dell’attività sportiva.