Il Gazzettino, 8 maggio 2019

NOVENTA PADOVANA Il 15 maggio alle 15.30 negli spazi del villaggio Sant’Antonio di Noventa Padovana sarà inaugurata una struttura residenziale rivolta a cinque persone con disabilità grave. L’alloggio rientra nel progetti PFM – il mio presente, il mio futuro di cui la cooperativa L’Iride di Selvazzano è il capofila ed è frutto di un percorso di coprogettazione tra la struttura e l’azienda Ulss 6 di Padova. La sfida è quella di accompagnare le persone con disabilità nel conquistarsi libertà e autonomia facendole sentire a casa loro e rendendole quanto più indipendenti possibile, attraverso anche lo svolgimento delle incombenze quotidiane. Dalla pulizia alla spesa, fino alla preparazione dei pasti. In tal modo si offre alla persona con disabilità un’esperienza di uscita dal proprio nucleo familiare che certamente potenzierà l’autostima e le competenze degli ospiti.Obiettivo sarà quello di far ruotare più persone affette da gravi disabilità nell’arco di una settimana, alternando momenti di condivisione all’interno del Villaggio ad altri nelle rispettive abitazioni di residenza. L’appartamento all’interno del Villaggio di via Cappello è stato recentemente ristrutturato si sviluppa in 180 metri quadrati ed è posto al primo piano della barchessa della villa Giovanelli. Lo stabile è immerso nello stesso parco secolare in cui è collocato il complesso principale del villaggio Sant’Antonio, dove sono presenti due centri diurni e una comunità alloggio per persone con disabilità, un centro pomeridiano, che offre attività ludico educative ai ragazzi da 6 ai 14 anni e un centro estivo per adolescenti con disabilità. Il 15 maggio all’inaugurazione saranno presenti i principali esponenti dell’amministrazione comunale.