Arena 19 dicembre

L’Accademia d’Arti Discanto con sede in villa Vecelli Cavriani a Mozzecane, ha promousso la nascita di una Fondazione. Lo ha annunciato durante i recenti concerti di Natale tenuti nella villa veneta locale il sovrintende della stessa Discanto Stefano Darra. È una Fondazione di partecipazione di diritto privato che è una evoluzione rispetto alla Fondazione tradizionale. Riunisce pubblico e privato nella realizzazione di progetti condivisi. Un volano motore quindi che favorisce l’elaborazione e realizzazione di progetti che coprono una vasta gamma di campi di azione: cultura, assistenza, ricerca scientifica, ambiente e, in generale, tutte le situazioni di utilità culturale, ambientale, sociale e tutti i tipi di turismo. La Fondazione di Partecipazione non ha scopi di lucro e non distribuisce utili o rendite a favore dei partecipanti. Nasce per la gestione di progetti volti al raggiungimento di pubblica utilità. Ha una struttura aperta che prevede nel suo aspetto associativo: fondatori promotori, aderenti-partecipanti (persone fisiche o giuridiche che contribuiscono alla vita dell’Ente con contributi in denaro corrisposti una tantum o annualmente), sostenitori (soggetti che scelgono di sostenere la Fondazione di partecipazione con contributi non in denaro ma con la prestazione di attività professionali gratuite). Il nuovo Ente non ha confini territoriali ma può abbracciare aderenti provenienti da qualsiasi parte dell’Unione Europea.
Come sia nata l’idea di costituire una Fondazione di partecipazione così la illustra il sovrintendete della Discanto Stefano Darra: «Vogliamo rispondere alle tante richieste provenienti da enti pubblici, soprattutto amministrazioni comunali, di fornire uno strumento che possa superare le attuali difficoltà della paralizzante burocrazia italiana ai fini di poter veramente realizzare in tempi ragionevoli i loro progetti e poter reperire importanti risorse economiche sia ministeriali che attraverso bandi dell’Unione Europea. La Fondazione di partecipazione è inoltre un importante strumento per le piccole e medie imprese, oltre che per le grandi multinazionali che, con le più recenti leggi approvate dalla Stato italiano, possono intervenire nella realizzazione progettazioni potendo beneficiare di sgravi fiscali che possono arrivare al 65 per cento delle somme investite». Info: 045.6340799 o segreteria@accademiadiscanto.it.