Corriere delle Alpi, 30 maggio 2019

LONGARONE. Concluso il ciclo “Incontriamoci” dedicato ai familiari degli ospiti del centro servizi Barzan.
Si è trattato di una serie di appuntamenti dedicati agli operatori assistenziali e ai familiari degli anziani residenti nella casa di riposo di Longarone, effettuati con finanziamento regionale ed in rete con altri partner e progettualità d’area. Gli incontri si sono susseguiti tra aprile e maggio con vari temi affrontati: dalla demenza alle problematiche legate a movimento e alimentazione, dalle modalità operative e benessere dell’anziano, all’accoglienza dei familiari in struttura.
«I familiari hanno accolto con favore l’iniziativa», spiega la responsabile Vanessa D’Alpaos, psicologa della struttura, «presenziando numerosi agli appuntamenti, durante i quali si sono facilitati anche il confronto e la riflessione fra professionisti della struttura e caregivers. L’iniziativa inoltre servirà per coinvolgere ulteriormente i familiari in una serie di attività pensate esclusivamente per loro, ovvero un gruppo di mutuo auto aiuto in cui partecipanti potranno confrontare le proprie esperienze e i propri vissuti, mediati dalla presenza della psicologa».
Intanto l’azienda speciale è alla ricerca di un educatore professionale da inserire in casa di riposo a tempo determinato, a tempo pieno (38 ore settimanali) per il periodo estivo che va dal 3 giugno al 31 agosto. Viene richiesta laurea in Scienze dell’Educazione o un titolo equipollente. Gli interessati possono già inviare il proprio curriculum via mail all’indirizzo amministrazione@aziendalz. it oppure telefonare al 3332395996.