Le ricette della tradizione veneziana “rivivono” grazie alle anziane ospiti dell’Antica scuola dei Battuti. Sulla scia di un fortunata intuizione editoriale dedicata alle ricette veneziane di un tempo, le “nonne” della Casa di riposo di via Spalti e di Villa Lucia (la dependance di via Garibaldi) si sono ritrovate per ricordare le loro ricette più popolari di quando cucinavano in famiglia. Gli educatori della struttura Luca, Annalisa, Rachele e Marina hanno pensato di non disperdere questo patrimonio di esperienza e di ricordi e si sono prodigati per raccoglierle in un libro/quaderno che martedì è stato presentato a Villa Lucia con la presenza di un’intera classe elementare, la 1.C della scuola Vecellio. Così scolari di di 6/7 anni si sono confrontati su frutta e verdura stagionali con un gruppo di nonne di età media tra 85 e 96 anni. Le loro insegnanti Anna e Annamaria sono riuscite a trasformare una lezione in un gioco affettuoso tra bambini e nonni. Un’inizaitiva toccante che ha avuto come spettatore della presentazione il presidente dell’Antica Scuola dei Battuti, Aldo Mingati.