Il Corriere delle Alpi, 24 gennaio 2016

FALCADE Dall’area Civetta la settimana bianca dei disabili visivi si sposta a Falcade. Quella che inizia oggi è la 33ª edizione della più importante manifestazione del genere a livello europeo. Tra disabili visivi e guide sono infatti 130 le persone che, fino a domenica prossima, soggiorneranno a Falcade per godere di una settimana all’insegna dello sci e del rapporto con la natura. «Si interrompe dopo trent’anni la tradizione che collegava ad Alleghe e a Rocca Pietore l’annuale settimana bianca per sciatori non vedenti di discesa e di fondo – dice l’Associazione nazionale disabili visivi onlus – il cambio di località, dovuto a ragioni logistiche, non è stato indolore, avendo lasciato un ambiente naturale fra i più belli delle Dolomiti e, soprattutto, un ambiente umano di persone schiette, sincere e disponibili, che nel corso dei decenni ci hanno sempre dimostrato amicizia e simpatia, oltre a venirci incontro per la soluzione di ogni problema. Certamente non dimenticheremo né l’uno, né le altre cui va la nostra sentita gratitudine». A Falcade, tuttavia, sono già state trovate ottime condizioni grazie alla disponibilità dimostrata dall’amministrazione comunale, dagli sponsor e da vari enti, associazioni e persone. «La sessantina di sciatori non vedenti del nostro gruppo sportivo, provenienti da quasi tutte le regioni italiane – spiega Adv – alloggerà all’hotel Cristal, a pochi minuti di distanza dalla nuova cabinovia Falcade- Le Buse, e vicino alla pista di fondo». Le attività, che avranno il loro momento clou nelle gare di stile di venerdì per la discesa e di velocità di sabato per il fondo, termineranno con la festa di fine corso e poi con il rientro alle regioni d’origine. Sarà ancora una volta una settimana all’insegna della pratica sportiva, del rapporto tra cieco e guida e del benessere psico-fisico determinato dall’attività all’aria aperta che rafforza l’autostima e aiuta a evitare involuzioni o depressioni per chi conduce una vita sedentaria.