Corriere delle Alpi, 1 giugno 2019

Taibon Agordino. Un’invasione pacifica di bambini da tutto il Veneto all’auditorium dell’Itis Marconi di Padova.È stata quella delle scuole premiate al concorso di educazione ambientale “Quale idea!” promosso da Arpav, ufficio scolastico del Veneto e gruppo di Coordinamento Salute in tutte le politiche della Regione.
I bambini delle scuole dell’infanzia e primarie hanno presentato i lavori svolti durante l’anno scolastico sul tema “Ambiente, la mia casa”. Numerose le idee per un ambiente migliore: video, libri, diari, disegni, plastici. L’iniziativa ha coinvolto 3.250 bambini e ieri sono state premiate le idee che più si avvicinano al tema.
I premi in palio sono contributi economici, per un importo complessivo di 5000 euro, da utilizzare per laboratori ambientali nei parchi, aree naturali, fattorie didattiche e musei del Veneto.
Alla premiazione, condotta dalla giornalista Micaela Faggiani, erano presenti Riccardo Guolo, Commissario straordinario Arpav, Filippa Renna, dirigente dell’Itis Marconi e Alberto Cesco Frare dirigente dell’Ufficio scolastico del Veneto.
Le scuole premiate della provincia di Belluno sono state due. Il primo premio nella categoria scuola dell’infanzia è andato alla scuola Fioravante Costa di Taibon Agordino che ha vinto 1.000 euro da utilizzare per un laboratorio di educazione ambientale in un’area naturale.
Menzione speciale “Parchi del Veneto”, invece, sempre nella categoria scuola primaria, alla scuola Rino Sorio di Mussoi.
I bambini della Fioravante hanno partecipato con il video “Acqua amica mia” con cui hanno raccontato come hanno superato la paura dell’incendio delle Pale di San Lucano che si scatenò in ottobre proprio vicino alla loro scuola e che secondo loro è stato causato da un draghetto maldestro e, qualche giorno dopo, l’incubo della tempesta Vaia. Due momenti difficili e paurosi alla loro età che hanno saputo affrontare anche grazie alle bravissime maestre.