Giornale di Vicenza

Un favore da codice penale prima del concorso? È il sospetto della procura, che ha avviato un´indagine sul bando per il posto da primario del reparto di Cardiologia del San Bortolo. Ieri mattina, la guardia di finanza ha compiuto perquisizioni in uffici e abitazioni di tre persone, una delle quali indagata: si tratta di Francesco Buonocore, 65 anni, direttore sanitario dell´Ulss 6, veronese di Villafranca. Il pubblico ministero Gianni Pipeschi lo ha iscritto sul registro degli indagati ipotizzando la rivelazione di segreti d´ufficio. Da membro della commissione giudicatrice, avrebbe infatti comunicato le domande in anticipo ad uno dei candidati. IL BLITZ. I detective del nucleo di polizia tributaria, guidati dal tenente colonnello Fabio Dametto, sono entrati in azione all´alba di ieri. Si sono presentati in ospedale, negli uffici amministratrivi dell´Ulss, e quindi si sono recati a casa Buonocore; ma hanno visitato anche gli studi professionali di Angelo Ramondo, l´attuale primario, e del primario dell´ospedale di Mirano Bernhard Reimers, entrambi residenti a Padova. Sono rispettivamente il primo e il secondo classificato della graduatoria (che non sono indagati). Il terzo, il dott. Luigi La Vecchia, è colui che con un esposto (con allegato un file audio) ha fatto partire questo troncone d´indagine.

L´INCHIESTA. La guardia di finanza da mesi sta conducendo un´indagine su alcuni concorsi dell´Ulss vicentina. In dicembre erano scattate le prime perquisizioni, che con la stessa ipotesi di rivelazione di segreti d´ufficio avevano portato ad indagare Buonocore e il primario del laboratorio dell´ospedale di Legnago Antonio Conti: nel bando per il posto da primario del Laboratorio di analisi avrebbero favorito il dottor Marco Caputo di Bussolengo. In marzo, per un altro troncone, era toccato al primario di Medicina legale Andrea Galassi, la sua compagna con il consulente Patrizio Manzo e l´avvocato Simone Benni. A vario titolo, l´ipotesi è corruzione.

CARDIOLOGIA. Va detto che inizialmente, dopo il primo blitz, i concorsi erano stati congelati; ma poi l´iter aveva ripreso il suo corso Per il posto da primario di Cardiologia si erano presentati in 12. La commissione aveva individuato i primi tre, che avevano compiuto un colloquio. La nomina l´aveva fatta poi, rispettando la graduatoria, il direttore generale dell´Ulss. Da quanto è stato ricostruito, Buonocore avrebbe preso da una parte La Vecchia, unico interno del San Bortolo, e gli avrebbe suggerito le domande. Il medico a quel punto ha presentato un esposto alle autorità ritenendo scorretto il comportamento del direttore sanitario, e sono stati avviati gli accertamenti. Il sospetto degli inquirenti è che Buonocore abbia rivelato le domande in anticipo anche agli altri due candidati, ed è per questo che i finanzieri ieri sono andati a far visita anche a loro