Gazzettino 20 settembre

“L’Asl 13 Dolo-Mirano riceve contributi per gli anziani inferiori a tutte le altre strutture ospedaliere».
L’inaugurazione della residenza “La salute”, avvenuta ieri mattina a Fiesso d’Artico e alla quale hanno partecipato rappresentati della Regione e tutti i sindaci della Riviera del Brenta e del Miranese, è stata l’occasione per il neopresidente della Conferenza dei sindaci dell’Asl 13, Silvano Checchin, primo cittadino di Spinea, di esprimere soddisfazione per l’apertura del complesso, ma anche rammarico per come viene trattata, a suo avviso, la stessa Asl. «Questo nuovo centro è un fiore all’occhiello per il nostro territorio – ha sottolineato –. Come Asl 13 abbiamo 1200 anziani ricoverati in varie strutture, ma dalla Regione Veneto ci arrivano emolumenti soltanto per 870. Per i restanti 330 devono provvedere gli enti minori e i privati. Presto verranno aperte altre strutture: a Mira una da 120 posti, a Camponogara un’altra da altri 120 e ancora una a Spinea da 68. Cosa succederà? La Regione deve dare una risposta concreta alle nostre richieste».