Il Corriere delle Alpi, 12 ottobre 2015

BELLUNO Tappa nel basso feltrino per la manifestazione “Arriviamo con il nostro passo” che come di consueto mette insieme le auto d’epoca con l’integrazione alla disabilità. L’iniziativa, giunta ormai alla dodicesima edizione, è frutto della sinergia tra il Club “amici della Topolino” della provincia di Belluno, guidato da Daniela Pongiluppi e l’Aipd provinciale (associazione italiana persone Down), guidata da Ines Mazzoleni Ferracini. Protagonisti sono stati 21 equipaggi di Topolino, tutte rigorosamente prodotte tra il 1936 e il 1955, formati da un pilota del Club insieme ad un giovane con sindrome di Down come passeggero. Il percorso del 2015 ha avuto il via da Santa Giustina con passaggi intermedi a Busche e Feltre e speciale sosta a Lamon dove l’accoglienza è stata molto calorosa. Presente infatti il consigliere comunale Roberta La Macchia a nome dell’amministrazione, il locale gruppo Alpini che ha preparato un’apprezzato ristoro e il coro “Numeri atque voces” diretto dal maestro Donato Cengia per un intrattenimento musicale. Le auto hanno poi fatto una divertente gimcana e una prova di regolarità attorno alla chiesa del paese, con un minuto a disposizione per fare il giro e i ragazzi con sindrome di Down si sono anche cimentati in un torneo di lancio freccette. Gran finale con ritorno a Feltre per un pranzo al ristorante “La Casona” e scambio di doni offerti dai due sodalizi a tutti i partecipanti e premiazione dei giovani. «Come sempre ci mettiamo a disposizione degli amici dell’Aipd – spiega Pongiluppi – tramite le nostre colorate auto ci offriamo di dare visibilità ai loro ragazzi, visto che questo scopo sociale e culturale rientra perfettamente nella filosofia che anima l’azione della nostra associazione di volontariato. Ormai i nostri autisti hanno instaurato un bel rapporto con i loro compagni di viaggio che ogni anno attendono con gioia questo appuntamento. Alcuni soci hanno fatto anche più di 100km su strada con la loro Topolino per non mancare». «Non possiamo che ringraziare il Club – spiega Mazzoleni dell’Aipd – che ci dona questa opportunità proprio oggi che si celebra la giornata nazionale delle persone con sindrome di Down. Siamo stati presenti in varie piazze della provincia con una ventina di postazioni con i nostri volontari che hanno informato la cittadinanza e raccolto fondi, alcuni con il valore aggiunto di essere presidiati dai ragazzi stessi. In questo periodo abbiamo bisogno di risorse, in particolare per il progetto di casa famiglia a Belluno e per questo ringraziamo anche il Club delle Topolino che ha appositamente raccolto delle offerte per noi».