La Nuova, 15 maggio 2015

GRUARO Si incrementa il numero degli ospiti della Residenza per anziani “L’altra età”, in via Roma, la cui inaugurazione è avvenuta l’altro giorno in una cornice di festa. C’erano, oltre al sindaco Giacomo Gasparotto, anche il direttore generale dell’Asl 10 Carlo Bramezza, sindaci e amministratori del comprensorio, e i rappresentanti del Codess, l’azienda di Padova che ha vinto l’appalto per la realizzazione della struttura. La casa di riposo ha registrato di recente qualche nuovo arrivo. E’ costata in totale 11 milioni e la sua realizzazione, spesso, nel corso degli ultimi anni è stata al centro di polemiche e aspre battaglie, anche in consiglio comunale. Nel novembre 2012, poi, l’alluvione del Versiola aveva messo a serio rischio il completamento dei lavori. Per realizzare la struttura è stata creata la società Residenza Gruaro srl, che la gestisce. Un po’ di numer: Un parcheggio da 120 posti, utilissimo anche per ospitare automobilisti che frequentano la vicina chiesa parrocchiale per le funzioni religiose,e due ettari di giardino. La struttura ospita dal 20 “pazienti”, che entro pochi mesi diventeranno 110. Novanti posti letto sono convenzionati con la Regione. La nuova residenza per anziani di Gruaro crea 80 posti di lavoro, anche se alcuni solo part time. «Io guardo a tutti gli effetti positivi che genera la presenza della casa di riposo», ha detto il sindaco Giacomo Gasparotto, «Gruaro avrà enormi benefici, perché grazie alla struttura aumenterà il Pil dell’indotto. Il personale in servizio, i parenti degli ospiti frequenteranno il centro del paese, con ricadute indubbiamente positive sulla nostra economia». La casa di riposo gruarese sta diventando un punto di riferimento anche per gli anziani che abitano nel vicino pordenonese.