Il Mattino, 16 agosto 2015

CONSELVE Dopo 37 anni scatta il conto alla rovescia per il passaggio di testimone nella gestione della Residenza sanitaria assistita, servizio con 59 pazienti ospitati ospitato nei due piani dell’ospedale di Conselve. Dal primo ottobre alla Casa di riposo “Beggiato” subentrerà la “Sereni Orizzonti”, società di Udine che ha vinto la gara d’appalto bandita dall’Usl 17 per l’affidamento della gestione. Dopo un periodo di incertezza ormai la situazione è chiara: il mese scorso l’Usl ha archiviato il provvedimento di revoca e nei giorni scorsi il Tar del Veneto ha deciso che discuterà il ricorso presentato della casa di riposo conselvana il 7 ottobre prossimo senza però concedere nel frattempo la sospensiva. Questo significa che dall’inizio del prossimo mese la “Sereni Orizzonti” subentrerà a tutti gli effetti nella gestione della Rsa, assorbendo anche il personale in servizio. In questa ottica, già previsto nei prossimi giorni un incontro con i rappresentanti sindacali per discutere dei dettagli e del futuro occupazionale. Nel frattempo la società friulana, che sta ultimando anche la costruzione della nuova casa di riposo a Bovolenta e ne gestisce altre in Italia, ha chiesto all’amministrazione della “Beggiato” l’elenco dettagliato del personale dipendente impegnato nella Rsa e dei liberi professionisti che prestano servizio nella stessa struttura. Stando ai primi contatti l’intenzione sarebbe quella di salvaguardare tutti i posti di lavoro. La “Beggiato” trasferirà il personale a tempo indeterminato nella sede centrale, dove comunque c’è bisogno di forza lavoro visto il ricorso a figure esterne, mentre la “Sereni Orizzonti” dovrebbe confermare il posto ad una trentina di precari, per lo più donne, attualmente in servizio. «Adesso il tempo stringe» afferma Franco Maisto della Cisl «e stiamo attendendo la riunione con i vertici della “Sereni Orizzonti” alla quale seguirà un incontro con i dipendenti».