Al via un nuovo corso a Case Finali di Cesena, dell’Associazione Caima. Sempre più spesso con il passare dell’età capita di avere delle perdite di memoria come il non riuscire a ricordare i nomi delle persone, oppure “avere il nome sulla punta della lingua”. Sono tutti fenomeni normali che con l’invecchiamento si intensificano, spesso associati a preoccupazione da parte di chi li vive, perché spaventato dalla possibilità di avere i primi sintomi di Alzheimer.
In realtà la memoria degli anziani non subisce un declino ma è semplicemente più piena. Per questo motivo la memoria si può allenare, anche dopo i 60 anni. “Il nostro cervello è come un muscolo: più lo alleniamo e più funziona meglio. Il miglior allenamento possibile è la ginnastica mentale da svolgere con esercizi cognitivi. La rieducazione cognitiva può essere più o meno intensa e va svolta da specialisti psicologi, ma può essere allenata che a casa. Queste attività sono efficaci perché si basano sulla plasticità del cervello che è in grado di stabilire nuovi contatti tra le cellule e di reclutare reti neuronali che magari prima erano poco attive.
E’ sulla base di importanti ricerche scientifiche come queste che l’Associazione C.A.I.M.A. di Cesena (familiari malati di Alzheimer) organizza da 10 anni, a scopo preventivo, “Corsi di ginnastica per la memoria” all’interno dei vari Comuni del territorio. Dal 2005 ad oggi C.A.I.M.A. ha coinvolto oltre 750 persone. Dal 25 Maggio 2015 al 2 Luglio partirà un nuovo corso a Case Finali di Cesena e si svolgerà all’interno della sede dell’Associazione CAIMA via Gadda, 120, grazie anche al contributo del Quartiere Fiorenzuola.
Il corso, rivolto a persone con più di 60 anni, sarà condotto dalla dott.ssa Antonella Di Terlizzi, psicoterapeuta esperta in psicologia gerontologia e si terrà tutti i lunedì e giovedì pomeriggio dalle 14,30 alle 16,00, per 12 incontri. Il corso, con posti limitati, prevede un contributo di 20 euro.