CENTO Grande feste ieri mattina alla Rocca per festeggiare i venticinque anni del Caro Nonno. Protagonisti della mattinata, assieme ai nonni del Centro ricreativo sociale Ancescao di Cento, oltre quattrocento bambini. Presente per la prima volta alla festa, assieme all’assessore Rolfini, al vice sindaco Manderioli e al presidente del Centro Cattabriga, una rappresentanza dei Consiglio dei Ragazzi di Cento: «Una mattina all’insegna dell’entusiasmo – riferisce la Rolfini– proprio grazie ai tanti bambini presenti. Nei suoi venticinque anni di vita, Caro Nonno sta riscuotendo sempre più successo. E tutto, per promuovere l’incontro, lo scambio reciproco, l’arricchimento tra generazioni». Un progetto promosso e realizzato da Centro Anziani e Comune di Cento, in collaborazione con la Scuola di artigianato artistico del Centopievese, svolto nel corso dell’anno scolastico in ben 85 classi di tutti e quattro gli istituti comprensivi del Centese. Nei diversi laboratori svolti, incentrati non solamente sui temi del recupero dei materiali e della riscoperta dei lavori d’un tempo, ma anche sull’arte della pasta sfoglia, nonni e bambini della primaria e della materna hanno lavorato insieme. Poi la novità dell’edizione 2015, il coinvolgimento del Consiglio dei Ragazzi: da loro il via per il festoso e colorato lancio dei palloncini. «Su proposta della Commissione Tempo libero – spiega la Rolfini – i ragazzi hanno svolto il laboratorio Nonni Hi-Tech, insegnando ai meno giovani come si utilizza lo smartphone». Le iniziative del Caro Nonno proseguiranno poi nel mese di maggio coi laboratori rivolti ai ragazzi delle medie. Poi, l’appuntamento di sabato 16 maggio: «Da un’idea della Commissione Spazi Verdi, al Parco dei Gorghi di Renazzo si svolgerà un pomeriggio di festa, tra giochi e pulizia del parco. La Commissione La mia città ha proposto invece, nell’ambito del festival dei giovani, i primi di giugno, di realizzare una giornata dedicata agli sport per elementari e medie». E dopo il lancio dei palloncini, la mattinata di festa si è conclusa con il rinfresco offerto dal Centro Anziani.