Gazzettino 17 aprile

MOTTA «Non chiamatela più casa di riposo, sarà semplicemente Casa Tomitano Boccassin. Perché non sarà più un luogo per il fine vita, ma pieno di vita». Così il presidente della residenza per anziani mottense, Renzo Cester, ieri a margine della presentazione delle nuove iniziative per riqualificare l’ente. L’incontro è stato condotto dal direttore Giovanni Sallemi per lanciare anche Piano di fuga un video realizzato e musicato da un gruppo di giovani mottensi – Alberto Cester, Elisabetta Casarotto, Giada Prosdocimo, Sara Bragato e Martina Trevisan .

IL SUCCESSO SU YOUTUBEA ieri su YouTube il video aveva totalizzato circa 850 visualizzazioni. Protagonisti volti notissimi in paese: Rino Campagna, deus ex machina degli Attori per scherzo, Rino Cicci Rossetti e Fedele Lele Smaniotto. I ragazzi mottensi hanno filmato con l’aiuto di droni e videocamere: ne è nato un video di quasi quattro minuti che con leggerezza e autoironia racconta la vita nella residenza degli anziani tanto da far dire ai tre protagonisti, over 80: «Si sta meglio qui che a casa». I ragazzi inoltre hanno curato il nuovo logo dell’ente e a breve lanceranno il rinnovato sito web. Ma c’è di più. Infatti per la prima volta in provincia, e tra i primi in Italia, a giugno qui verrà programmato un centro estivo per bambini dai 6 ai 12 anni dal titolo Incontro tra le generazioni.

LABORATORI E ANIMAZIONECome spiegano il presidente Cester e il direttore Sallemi, l’idea è di «avvicinare le generazioni per imparare a conoscersi e a fare comunità». Da qui il campus curato dalla cooperativa Comunica dal 10 al 28 giugno, durante il quale i bambini svolgeranno attività disparate, come laboratori di inglese, la creazione di un orto, attività assistite con animali e uscite di gruppo. «Inoltre – spiegano direttore e presidente – stiamo lavorando per animare anche i momenti di stanca come possono essere i sabati pomeriggio e le domeniche pomeriggio. Per circa 25 fine settimana all’anno abbiamo delle attività, ma stiamo pensando di coinvolgere alcune associazioni di giovani per animare i pomeriggi del fine settimana senza nulla in programma. Un ulteriore modo per portare giovani in residenza, che si traduce in un indubbio beneficio per tutti gli ospiti». In questi ultimi mesi sono state diverse le iniziative che hanno portato i giovani nella residenza di via Cigana. Come ad esempio la mostra di disegni delle scuole elementari. Oppure l’attività dei giovani studenti dell’Enaip di Conegliano che hanno tagliato i capelli, pettinato ed eseguito la manicure agli ospiti, attività queste piuttosto apprezzate dagli stessi ospiti.