Corriere delle Alpi, 23 maggio 2019

Borgo Valbelluna. Tre case di riposo, un’unica società. Uno dei temi più delicati, e fondamentali in una provincia a saldo naturale negativo, sarà quello della gestione dei servizi sociali dedicati agli anziani. Anche perché è in atto una vertenza fra l’ex Comune di Lentiai e l’Azienda Feltrina, che gestiva la casa di riposo in quel territorio prima che il sindaco decidesse di affidarla alla Lentiai servizi. Si tratta di una partita economica, soldi che l’Azienda Feltrina reclama per coprire alcune perdite accumulate negli anni e che il Comune di Lentiai (ante fusione) voleva verificare attentamente prima di erogare.
Alla fine sono entrati in campo gli avvocati per dirimere a questione. «Ma nel nostro bilancio sono state accantonate le somme necessarie per pagare, qualora una sentenza ci condannasse a farlo», precisa l’ex primo cittadino del Comune della sinistra Piave, Armando Vello. «Pagheremo quel che dovremo, ma quando ci sarà una sentenza a dirlo. Per il momento voglio però precisare che non c’è alcun debito che il Comune di Lentiai porterà nel bilancio di Borgo Valbelluna».
«Chiunque diventerà sindaco, è chiaro che dovrà prendere atto della situazione. I soldi che sono stati accantonati dal Comune di Lentiai non è detto servano tutti ma aspettiamo che si chiuda questa vicenda», aggiunge Stefano Cesa
Anche Giorgio Balzan prende atto che «una vertenza c’è e il nostro compito come amministratori non è certo quello di emettere sentenze, ma di approfondirne i contenuti a tutela di Borgo Valbelluna e della casa di riposo di Lentiai», dice il candidato sindaco. «La sentenza va risolta nel più breve tempo possibile».
Intanto il commissario prefettizio ha inserito nel bilancio previsionale di Borgo Valbelluna 200 mila euro (con l’accordo di tutti gli ex sindaci) per completare l’intervento di manutenzione straordinaria nella struttura per gli anziani di Lentiai.
Il futuro dei servizi dedicati alla terza età a Borgo Valbelluna, poi, passerà per un’altra fusione. Ma stavolta per incorporazione: la Essepiuno, che gestisce le case di riposo di trichiana e Mel, incorporerà la Lentiai servizi. L’obiettivo dei tre candidati sindaco è il medesimo: garantire la massima qualità del servizio per gli anziani di Borgo Valbelluna.
«Il servizio sarà allineato verso l’alto», conferma Cesa. «Terminare i lavori a Lentiai permetterà di mettere nella piena funzionalità la struttura, di aumentare il benessere degli ospiti e di fidelizzare il personale». Personale cui va il ringraziamento di Vello: «Malgrado il cantiere per i lavori e una forma organizzativa, in questi anni, che non era quella che avrei voluto, ha sempre dato prova di grande professionalità».
L’unificazione sotto la Essepiuno servizi delle tre case di riposo «permetterà di fare economie di scala», conclude Balzan, «e di valutare anche la specializzazione di una delle strutture per ampliare l’offerta».