Quotidiano E-R
28 settembre

Galeazzo Bignami (Fi) ha presentato una risoluzione all’Assemblea legislativa per chiedere alla Giunta di attivarsi al fine “di non penalizzare ulteriormente l’Ospedale di San Giovanni in Persiceto”, nel bolognese, “che ha già subito numerosi tagli ai servizi sanitari in passato e comunque permane un punto di riferimento per coloro che risiedono nel Comune omonimo e nelle zone limitrofe”. Il consigliere chiede anche “di elaborare un piano di investimenti, programmato nel tempo, per ridare funzionalità e piena operatività all’Ospedale di S.Giovanni in Persiceto cercando di salvaguardare le eccellenze professionali e tecniche presenti”.
Nel documento, si chiede inoltre alla Giunta di fare chiarezza sul “piano di definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera che la Regione Emilia-Romagna dovrà adottare conseguenti alla promulgazione del decreto ministeriale n.7012015 del ministero della Salute”. Nell’applicazione di quest’ultimo provvedimento, Bignami auspica che “si osservi innanzitutto l’importanza della erogazione del servizio sanitario, nel rispetto della garanzia della tutela della salute, secondo il principio della efficacia, qualità e sicurezza delle cure, della centralità del paziente nel rispetto della dignità della persona”.
Infine, l’esponente Fi chiede “di effettuare una stesura programmatica con le modalità e i criteri” che la Giunta andrà ad applicare sulla sanità regionale in base al decreto e di “evitare di apportare ulteriori problematiche, carenze e disfunzioni ai cittadini che usufruiscono dei servizi sanitari, valutando, piuttosto, riduzioni nei comparti burocratico amministrativi” e non “nel servizio, importantissimo per il territorio, della assistenza legata ai posti letto”.