Quotidiano E-R
17 dicembre

Con una determina del 30 novembre scorso, l’Ausl di Bologna avrebbe programmato l’assunzione a tempo indeterminato di tre tecnici di radiologia, un tecnico di prevenzione, tredici operatori sociosanitari e dodici infermieri. Nei telegrammi inviati ai vincitori del concorso, sarebbe indicata la data di assunzione, mentre tramite e-mail sarebbe stata indicata la data di convocazione per la firma del contratto. In seguito, “la data di assunzione comunicata ai vincitori, sarebbe stata rimandata per motivi tecnici”.
Sulla vicenda, Galeazzo Bignami (Fi) ha presentato una interrogazione alla Giunta per sapere se tutte e 29 le assunzioni a tempo indeterminato siano confermate e quali motivi tecnici avrebbero determinato le disdette di convocazione. Inoltre, il consigliere chiede di chiarire quale sia il motivo per cui la comunicazione delle disdette non sia avvenuta per iscritto e quali le tempistiche previste per rendere operative le assunzioni.
“Poiché alcuni lavoratori avrebbero interrotto i precedenti rapporti di lavoro, trasferendosi a Bologna, sulla base della data di assunzione comunicata per iscritto dall’Azienda, prima che l’Azienda stessa comunicasse loro telefonicamente che l’assunzione veniva rimandata a data da stabilire”, Bignami chiede alla Giunta se siano previsti “indennizzi per i vincitori del concorso che hanno rescisso rapporti di lavoro rimanendo disoccupati”.