Il Giornale di Vicenza, 30 maggio 2019

Presidio dei sindacati ieri davanti alla Residenza Sturm contro l’esternalizzazione dei servizi dell’Isacc. Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato un volantinaggio per chiedere una riforma delle Ipab che scongiuri queste procedure. Attualmente nell’ente lavorano 327 dipendenti, che si occupano di assistenza socio-sanitaria e infermieristica e cucina su 3 reparti di Villa Serena, la lavanderia e le attività di pulizia e sanificazione. Tutti servizi che secondo i sindacati sarebbero a rischio.«Oltre all’esternalizzazione di diversi servizi, è prevista anche quella di numerosi posti letto – afferma Lara Donati, segretaria della Funzione pubblica – Dei 405 posti letto, la previsione è di affidarne circa 130 a coop esterne».I sindacati chiedono quindi che le Ipap diventino aziende di servizi pubblici alla persona e siano integrate nel sistema regionale. Chiedono inoltre che siano tassati come gli enti privati, non di più, e che vengano assegnati nuovi posti letto e impegnative per la residenzialità.