Il Giornale di Vicenza, 9 maggio 2019

BASSANO. Scabbia a Villa Serena a Bassano: cresce la preoccupazione tra i familiari degli ospiti, ma il presidente delle case di riposo Fabio Comunello assicura che sono già state prese le contromisure e che la situazione è sotto controllo.
I riflettori sono stati accesi su Villa Serena, a poco più di sei mesi dalla segnalazione di un altro caso in una struttura bassanese, da alcune segnalazioni arrivate nei giorni scorsi al Giornale di Vicenza. Secondo gli autori, parenti stretti di ospiti molto anziani e non autosufficienti, i primi casi risalirebbero ad alcune settimane fa, ma la struttura sarebbe corsa ai ripari solo con un certo ritardo. Nel frattempo, la diffusione della scabbia sarebbe stata favorita dalla carenza di forniture adeguate, in particolare guanti di lattice, agli operatori sanitari.
Due ipotesi, queste, che il presidente respinge con forza, invitando i familiari degli anziani a prendere contatto con lui. «A Villa Serena – precisa – ci sono circa 300 ospiti, quasi totalmente di età molto avanzata, non autosufficienti e con una serie di patologie gravi: in comunità di questo tipo, i casi di scabbia possono verificarsi, ma sappiamo perfettamente come riportare il fenomeno sotto controllo».