La Voce, 24 dicembre 2015

Sotto l’albero, la lettera di licenziamento. Natale amaro per venti dipendenti dell’Iras che, allo scadere dell’anno, non si vedranno rinnovare il contratto di lavoro a tempo determinato che li legava all’ente di assistenza con sede in via della Resistenza. Arrivano, dunque, i primi tagli al personale annunciati nelle scorse settimane dal consiglio di amministrazione per far fronte ad una situazione di cassa insostenibile. Nel dettaglio, non sarà rinnovato il contratto a 12 operatrici socio-sanitarie, sei infermieri professionali, e persino ad una educatrice e all’unica logopedista in forza all’istituto.