Voce di Rovigo 31 maggio 2015

LENDINARA – E con questi fanno quattro. Con le dimissioni rassegnate dal vicepresidente del cda di Casa albergo Alberto Zambello e dal consigliere Nadir Destefani salgono a quattro i posti vuoti al tavolo del consiglio di amministrazione della Casa albergo per anziani.
Nelle scorse settimane erano decaduti dal ruolo di consiglieri l’assessore Nabeel Bassal e il consigliere della Lega Nord Guglielmo Ferrarese, data l’incompatibilità tra i ruoli svolti nell’amministrazione e quello di consiglieri nel cda. Ieri, invece, Zambello e Destefani hanno rassegnato alla Casa albergo le proprie dimissioni, già nell’aria da qualche tempo.
Al tavolo del cda rimane solo il presidente Loris Veronese. Ad oggi, trattandosi di quattro posti vacanti su cinque, si parla di surroga con un incarico che, per i quattro nuovi componenti individuati dal sindaco, si concluderà nel 2017. Non è da escludere, però, che il presidente decida di lasciare il suo incarico e, in questo caso, il sindaco sarebbe chiamato ad un rinnovo in blocco del cda che rimarrebbe in carica per cinque anni, con un allineamento tra cda e amministrazione sfalsato di solo un anno.