Gazzettino 26 settembre

Fondi della legge speciale per 3 milioni 890mila euro, più 17,6 milioni ottenuti attraverso l’accensione di un mutuo con la Bei. A tanto ammonta l’investimento per il restauro e riuso del Pio loco delle Penitenti a San Giobbe, reso possibile dalla collaborazione tra Ire e Comune.
Il recupero del complesso, inutilizzato dal 1995, è stato affidato a Insula, che ha concluso i lavori in cinque anni. Aperto ufficialmente ieri, conta un centro diurno Alzheimer per sedici utenti, con giardino e corte a uso esclusivo, suddiviso tra piano terra e parte del primo piano. Oltre a un centro diurno sempre a piano terra, pensato per servizi di quartiere e attività comuni quali ambulatori, palestra di riabilitazione, cucina, mensa e servizi per l’accoglienza. Mentre il resto del primo piano e il secondo, ospitano un centro servizi per persone anziane non autosufficienti, accreditato presso la Regione Veneto come struttura socio-sanitaria e articolato in quattro nuclei, per complessivi novanta posti letto.