Skip to content

Per ridurre il rischio MMC, attività fisica per i dipendenti: ecco la “Cultura al Movimento” della Residenza Santa Margherita

Non solo formazione in aula. Ma anche un programma di attività fisica, retribuita e inserita nel pacchetto formativo, per tutti, dagli oss agli impiegati. Per far prendere consapevolezza dei gruppi muscolari considerati i primi alleati per prevenire e ridurre i danni a carico soprattutto della colonna dorso lombare.

Risultato: chi ha partecipato al progetto ha riferito una notevole riduzione del dolore a livello del rachide dorso lombare e l’80 per cento ha segnalato una riduzione della percezione di fatica durante l’attività lavorativa.

Questo in sintesi il progetto per la prevenzione del rischio infortuni nella cura e nell’assistenza degli anziani, in particolare riguardo alla movimentazione manuale dei carichi, realizzato dall’associato Uneba Veneto Residenza Santa Margherita di Villanova di Portogruaro e presentato al convegno “Cultura al movimento – per salvaguardare la Salute e la Sicurezza in ogni luogo modello riproducibile in qualsiasi azienda”.

La struttura ha investito nel progetto poco meno di 20 mila euro, di cui poco più di 17 mila per le ore extra richieste ai dipendenti.

Il ritorno di questo investimento, spiega l’ente, è una riduzione di malattie, infortuni, costi per sostituzioni, tasso Inail, contenziosi.

Sintesi del progetto Cultura al Movimento sulla riduzione del rischio MMC 

“La qualità della vita degli ospiti passa attraverso il benessere dei dipendenti” 

Prossimo passo, oltre alla prosecuzione dell’attività fisica, anche la creazione di un’area dedicata alla “cultura al movimento” nella intranet aziendale.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Toscana – Coordinamento Pollicino su infanzia, adolescenza e famiglia

Una delle buone pratiche di coordinamento tra enti che si occupano di minori che Uneba propone – con
Leggi di più

La Chiesa di Napoli invita Uneba a essere “protagonista del bene” con bambini e ragazzi

L’arcivescovo mons.Vincenzo Pelvi ha celebrato nella chiesa di San Carlo Borromeo al centro direzionale di Napoli la messa
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care