Trovate qui sotto l’intervento del presidente Uneba Veneto Francesco Facci al convegno “Migliorare i servizi e le prestazioni per gli anziani non autosufficienti nella regione del Veneto” di Spi Cgil, Fnp Cisl Veneto e Uil Pensionati

Facci ha insistito su alcuni temi forti di Uneba Veneto e Uneba tutta

  • la distinzione tra privato commerciale e privato non profit
  • la necessità di investire nell’adeguamento delle strutture residenziali per anziani esistenti – anche alla luce delle nuove esigenze rivelate dalla pandemia – prima di pensare di avviare nuovi servizi
  • l’investimento in tecnologia, come ad esempio l’armadio del farmaco robotizzato
  • la carenza di personale
  • certificare le competenze delle badanti in regola per dare loro un percorso facilitato per diventare oss
  • ragionare su come liberalizzzre i corsi oss
  • aumentare i posti nei corsi di laurea per infermieri
  • la rilevanza delle Rsa: in Veneto ci sono 33 mila posti posti letto in strutture sociosanitarie a fronte di 20 mila negli ospedali. E le strutture sociosanitarie sono presenti capillarmente nel territorio
  • i numeri di Uneba Veneto: 100 enti, 10 mila lavoratori, 12 mila posti letto
  • serve un fascicolo elettronico con i dati della persona e che la accompagna in tutto il percorso di assistenza, a casa in ospedale o in struttura

Allo stesso convegno sono intervenute anche l’assessora a sanità e politiche sociali del Veneto Manuela Lanzarin – che ha ribadito la sua difesa delle Rsa trascurate e criticare durante la pandemia e l’on.Livia Turco, presidente della Commissione Non Autosufficienza.

 

Intervento Lanzarin

Intervento Turco