Viene presentato ufficialmente oggi, 14 giugno, ad Ancona, Italia Longeva”, rete nazionale di ricerca sull’invecchiamento e la longevità attiva creata da Ministero della salute, Regione Marche e Istituto nazionale di ricovero e cura anziani (Inrca), l’unico irccs dedicato agli anziani.

La presentazione di Italia Longeva, di cui è presidente Roberto Bernabei, coincide con l’evento “Italia Longeva per una migliore qualità della vita: la nuova frontiera per l’anziano di oggi e di domani – Le istituzioni, gli esperti e le aziende si confrontano” (qui il programma delle conferenze)

Scopo del network, leggiamo nella presentazione, è “promuovere e sostenere una nuova visione dell’anziano quale risorsa per la società, in buona salute, attivo e impegnato in compiti e ruoli adatti che valorizzino l’esperienza e la saggezza accumulata negli anni, ma anche fruitore di beni e servizi. Beni da inventare e servizi, soprattutto quelli socio-sanitari, da reinventare”

Italia Longeva vuole anche “sollecitare il mondo delle imprese e dei servizi a lavorare per questo segmento di popolazione (gli anziani) e a costruire un laboratorio naturale che produca materiali, manufatti e servizi esportabili in tutto l’Occidente che invecchia”.

Cosa si vuole ottenere per gli anziani? “Migliorarne la qualità della vita, renderlo il più possibile autonomo, aumentarne gli spazi di autosufficienza, contenere il consumo di farmaci, semplificare le condizioni di vita e infine ridurre i costi del Servizio Sanitario Nazionale”.