In Lombardia dal 2004 il numero di persone in RSA con forme gravi di demenza e con Alzheimer è aumentato del 22%: da 29.825 a 36.410.

In Lombardia ci sono 648 Rsa con 57608 posti letto a contratto: 6 posti ogni 100 anziani con più di 75 anni. Como, Pavia e Cremona sono le province con il maggior numero di posti letto rispetto agli abitanti.

Offerta sociosanitaria e sociale: tutti i dati della Lombardia

Sono alcuni dei dati proposti da Giovanni Daverio della Direzione generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato nella sua relazione “Rsa aperte al territorio nella prospettiva di Regione Lombardia” al convegno annuale dell’Osservatorio Rsa “Da Rsa a centro servizi: una sfida da vincere”. (Convegno Osservatorio Rsa: relazione di Antonio Sebastiano su bilanci e redditività delle Rsa)

Daverio ha anche presentato gli obbiettivi di miglioramento del sistema delle Rsa che la Regione Lombardia persegue. In sintesi: “arrivare ad un sistema di RSA accessibili e fruibili durante il giorno a persone che permangono al loro domicilio, attraverso la creazione di percorsi prestazionali personalizzati, sulla base di valutazione multidimensionale del bisogno, mediante l’offerta di moduli/pacchetti che possono variare flessibilmente”. Prevista anche una revisione dei criteri di accreditamento.

Con la dgr 856/2013 del 25 ottobre 2013, in particolare, Regione Lombardia prevede l’apertura al territorio di RSA e RSD attraverso l’introduzione di voucher sociosanitari.