Skip to content

Liguria – Gli infermieri neo assunti dalla sanità pubblica possono restare temporaneamente in Rsa

Gli infermieri assunti a tempo indeterminato nel Servizio sanitario regionale mediante il concorso pubblico, e che arrivano dalle Rsa, potranno restare in Rsa. La Regione Liguria infatti autorizzerà il distacco di questi infermieri, su base esclusivamente volontaria e in maniera temporanea, presso le Rsa di provenienza.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: è una risposta alla carenza di personale infermeristico, che da tempo Uneba Liguria e le altre associazioni segnalano

All’annuncio è seguita una delibera della giunta regionale che prevede che “a seguito dell’assunzione dalla graduatoria del concorso pubblico (…), presso un’Azienda, Ente o Istituto del S.S.R., il personale infermieristico che risulti già occupato presso una struttura afferente i servizi residenziali e semiresidenziali socio -sanitari, previa valutazione del reale stato di necessità, possa continuare a prestare la propria attività presso le strutture stesse per un periodo non superiore a mesi sei dalla data di assunzione presso l’Ente pubblico”.

Il distacco presso le strutture di provenienza avviene su base volontaria, Il personale distaccato è a carico delle strutture, e si applica il contratto sanità.

“Il nostro Servizio sanitario regionale ha appena assunto oltre 1000 tra infermieri e Oss – ha dichiarato Toti –  (,..) Riteniamo che, mentre le nostre aziende procedono con le assunzioni seguendo le graduatorie, una parte degli infermieri possa scegliere di rimanere temporaneamente a lavorare nella struttura privata accreditata di provenienza. Si tratta di una misura emergenziale, che tiene conto della carenza di personale qualificato rispetto alla domanda complessiva, non solo in Liguria ma a livello nazionale”.

CARENZA INFERMIERI, I DATI DELLE UNIVERSITA’

I posti messi a bando dalle Università italiane per iniziare il corso di laurea in infermieristica nell’anno accademico 2022/23  sono stati 17972, e le domande 25.380, in calo rispetto all’anno precedente. Ma restano comunque 7400 studenti aspiranti infermieri che non possono intraprendere il percorso di Infermieristica malgrado la grande richiesta di infermieri nel settore sanitario e sociosanitario. Uneba da tempo denuncia questo squilibrio tra domanda e offerta, che prosegue da 20 anni.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care