Skip to content

Ccnl – La proposta di Uneba: beneficio economico ai dipendenti, oneri invariati per i datori di lavoro

COMUNICATO STAMPA DI UNEBA NAZIONALE SUL RINNOVO DEL CONTRATTO UNEBA

Roma, 27 giugno 2018

L’attuale fase di temporanea sospensione del negoziato Uneba-Sindacati, dovuta sia alla necessità di ulteriore approfondimento delle proposte sul tavolo, sia alla coincidenza con il periodo estivo, ci consente di uscire dal riserbo sotto cui, prudenzialmente, abbiamo finora tenuto i temi in discussione, e di informare in modo particolare gli Enti associati di alcune tra le proposte che, a tutt’oggi, riteniamo essere le più innovative.

Uneba registra con rammarico le dichiarazioni di parte sindacale tendenti a non voler nemmeno approfondire le proposte che la delegazione di parte datoriale ha presentato.

La principale di queste proposte è quella di utilizzare al meglio le agevolazioni previste dalla legislazione vigente in tema di misure fiscali agevolative per le retribuzioni premiali, nonché per lo sviluppo del welfare aziendale.

La proposta Uneba prevede quindi la creazione di un nuovo istituto in sostituzione della 14.a mensilità, denominato “Erogazione Premiale e Welfare”, con un sostanziale beneficio economico retributivo in favore dei lavoratori dipendenti, a parità di oneri in capo ai datori di lavoro.

A tutela del personale già in forza, l’erogazione premiale e welfare recupererebbe la 14.a mensilità anche nella peggiore ipotesi di produttività, così come resterebbero naturalmente salvi tutti gli accordi di secondo livello territoriali o aziendali in corso alla data della firma del CCNL.

Infine, sarà necessaria la sottoscrizione, a livello territoriale, di accordi di conferma o modifica dell’articolato.

Le novità in argomento non arrecherebbero pregiudizi ai lavoratori, e la ricerca di un elemento contrattuale innovativo quale quello proposto, risponde, a parere di Uneba, a due elementi oggettivi che limitano la possibilità di aumenti retributivi:
1. assenza assoluta di risorse aggiuntive da parte dell’Ente Pubblico
2. la verosimile ricaduta di questo aggravio di costi del lavoro sulle famiglie e sugli utenti 

Ci preme inoltre rimarcare che l’azione di revisione del dettato contrattuale, effettuata da Uneba, ha portato a proporre anche l’inserimento di istituti che rispondono al meglio alle nuove esigenze del settore; tra queste, in modo particolare, l’importante adeguamento dei vari istituti contrattuali alle esigenze di flessibilità e servizio richiesti da un’adeguata, puntuale, ed efficace assistenza domiciliare.

A giudizio di Uneba, permangono tutte le condizioni per continuare con realismo l’importante trattativa in corso, e per riconfermarsi come contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento del settore sociosanitario-assistenziale.

Qui tutti gli approfondimenti sul contratto Uneba e il testo del contratto Uneba attualmente in vigore, sul cui rinnovo sono in corso le trattative.

11 Comments

  1. Buongiorno.
    la proposta mi lascia perplesso: in un contesto, come quello della mia azienda, in cui: 1) a fianco di personale con CCNL ENTI LOCALI lavora personale con CCNL UNEBA E “SUPERMINIMI”; 2) in seguito a problemi economici, dal 2013 il personale ha visto una notevole compressione del salario accessorio e i nuovi assunti hanno CCNL UNEBA SENZA SUPERMINIMI; solo sul piano psicologico comprendo il disagio di pensare che la quattordicesima “SLITTA” nel salario accessorio….

    MAURIZIO GIOIA
    Direttore AS RSA Monticello Brianza – Lecco

  2. Buongiorno,

    lavoro dalle 8.30 alle 15.00 con la mezz’ora di pausa compresa. quindi 6 ore effettive di lavoro. Posso chiedere di uscire alle 14.30 e fare un orario continuato, saltando la pausa? grazie

    • Certo che può chiederlo. Non è obbligatorio, però, che il cambiamento le venga accordato. Dipende dalle necessità dell’ente, dall’assistenza da prestare alle persone a cui l’ente si dedica… e da tante possibili situazioni, diverse per ogni ente.

  3. E per la retribuzione oraria netta cosa pensate di fare? A parer vostro può un laureato accontentarsi di 1200 euro per 38 ore settimanali? O peggio ancora di 600(!!) Euro mensili per 18 ore? Stipendi da fame e poco dignitosi per personale laureato, iper-formato e al quale si chiede formazione continua e l’iscrizione a un albo

  4. Buongiorno,
    Con il nuovo contratto ci saranno degli aumenti di stipendio?

  5. il contratto prevede congedi straordinari per assistenza ai famigliari

  6. Buongiorno sono appena stato assunto con livello 3s come infermiere mi aspetta qualche indennità particolare? inoltre vorrei gentilmente chiedere a che punto siamo con il rinnovo del CCNL?

  7. Buon pomeriggio avete parlato di aumenti in busta paga, ma non si vede ancora nulla! Quando ci saranno?. Poi chiedo questo contratto e normale che le ferie primaverili e autunnali sono richiamabili, per noi? E perché? Noi facciamo un lavoro che non è leggero se fisicamente e mentalmente. Vorrei sapere una risposta.

  8. Sono un educatore posso chiedere in cosa consiste un contratto uneba quali siano i pro e i contro per la regione Lombardia ? Non riesco a racapezzarmi grazie

  9. Salve, sono un dipendente presso un Rsa, avrei un quesito da porre. Ho letto l ‘articolo della proposta Uneba sul Welfare aziendale che avrebbe dovuto sostituire l erogazione della quattordicesima. Da quanto ho capito é stata rigettata non trovando un accordo con i sindacati, tuttavia sarei comunque interessato a comprendere meglio la proposta. Personalmente non ero informato su cosa fosse il welfare aziendale, ma documentandomi sul web mi è parso di capire che ” i soldi” non erogati sotto forma di quattordicesima per il dipendente, andrebbero invece “spesi” in progetti educativi, partecipazione a spese sanitarie, fondi pensione e istruzione. Ora, la mia domanda è la seguente, se un dipendente non usufruisse di questi “benefit” (perché senza figli, senza necessità di visite specialistiche, perché ha già completato il proprio percorso di istruzione …) la “quota di quattordicesima spettante” andrebbe persa o comunque erogata?
    Saluti, Francesco


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care