Skip to content

La “Fase 2” in Lombardia – Tavolo di lavoro con la Regione per un Piano per la disabilità

Comunicato stampa ACI Welfare Lombardia, Anffas Lombardia, Ledha, Arlea, Ceal, Cnca, Uneba Lombardia

Si è svolto il 6 maggio l’incontro richiesto da ACI Welfare Lombardia, Anffas Lombardia, Ledha, Arlea, Ceal, Cnca e Uneba a Regione Lombardia per la riattivazione dei servizi rivolti alle persone con disabilità e fragilità a seguito della chiusura imposta dalle misure di contenimento del Covid-19.  All’incontro hanno partecipato Giulio Gallera, assessore al Welfare, e Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità.

Tema centrale dell’incontro – sollecitato più volte dalle organizzazioni già a partire dal 6 aprile – l’esigenza di dare attuazione a quanto previsto dall’articolo 8 del DPCM 26 aprile 2020 che prevede la possibilità di riattivare i servizi sociali e sociosanitari per le persone con disabilità in base ai Piani territoriali adottati dalle Regioni.

Il primo, importante risultato emerso dal confronto, è stata la completa disponibilità di Regione Lombardia ad attivare, già a partire dalla prossima settimana, un Gruppo di lavoro, anche con i rappresentanti di Anci, per la scrittura congiunta del Piano territoriale.

Il Piano territoriale riguarderà i servizi rivolti alle persone con disabilità di ogni età, così come i servizi per i minori e quelli dell’intera area della salute mentale, compreso quindi anche quelli delle dipendenze e della psichiatria.

L’obiettivo del Gruppo di lavoro è quello di assicurare, nel minor tempo possibile, l’elaborazione di un documento che garantisca l’attuazione di una “Fase due” efficace e rispettosa dei diritti e della salute di tutti i soggetti coinvolti: persone con disabilità, familiari, operatori.

Questo obiettivo può essere raggiunto solo ed esclusivamente attraverso una diversa strutturazione degli interventi, che siano in grado di offrire supporti flessibili e personalizzati. Mantenendo, dove possibile e dove gli esiti sono stati positivi, quelle modalità di intervento che sono state sperimentate durante la chiusura forzata dettata dalle misure di contenimento del Covid-19.

Restano tuttavia alcuni importanti nodi da risolvere, tra cui il tema della sostenibilità economica. Le associazioni hanno chiesto a Regione Lombardia e ad Anci che alle unità di offerta socio-sanitarie e socio-assistenziali semiresidenziali venga corrisposta l’intera quota stabilita in sede di bilancio dato anche che molte realtà hanno continuato comunque a operare, nelle diverse forme possibili, in favore delle persone con disabilità e fragilità in genere.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care