Skip to content

Il vaccino Covid, un alleato per il personale Rsa – Trabucchi: servono responsabilità e generosità

 A seguito del nostro comunicato stampa di sostegno alla campagna di vaccinazione per personale delle Rsa, stiamo raccogliendo le riflessioni di esperti e protagonisti del nostro settore, di donne e uomini che hanno a cuore la cura dei più fragili. Iniziamo con Marco Trabucchi, del Gruppo Ricerca Geriatrica


Ho letto con interesse e condivido la dichiarazione di Uneba sulla vaccinazione anti Covid del personale della RSA.
In questo momento di speranza è richiesto a tutti un atteggiamento di responsabilità e di generosità.

  • Responsabilità perché con la vaccinazione riduco il rischio per le persone che mi circondano (ospiti, famigliari, altro personale)
  • generosità perché, nonostante io possa avere qualche incertezza sul vaccino e la sua efficacia, accetto di compiere un sacrificio uniformandomi alle scelte della maggioranza. Qualsiasi sia la motivazione del sacrifico (civile, morale, religiosa) in questo momento assume un’altissima valenza.

 

Non sono esperto di diritti, e quindi non sono in grado di discutere sulla liceità di certi comportamenti e sulla possibilità di risposte più o meno drastiche, ma la prospettiva di ambienti di cura dove alcuni frequentatori a vario titolo potrebbero non accettare la vaccinazione è motivo di personale angoscia. Uno dei punti più critici saranno certamente le RSA, dove si incrociano le scelte dei gestori, il comportamento del personale, i desideri dei famigliari degli ospiti, sia per quanto riguarda la vaccinazione dei loro cari sia quella di loro stessi. Un insieme delicato di speranze, di atti concreti, di culture diverse; con ansia e preoccupazione attendo gli eventi, sapendo che ad un certo momento arriva il tempo di decidere, nella speranza che questo complesso sistema possa trovare un proprio equilibrio nel nome del benessere degli ospiti, fragilissime vittime della pandemia.

Chi è stato a contatto con la morte di molti anziani, con il disastro di strutture che rischiavano di chiudere per la mancanza di operatori, con la sofferenza degli ospiti disorientati e angosciati, con le attese dolenti dei famigliari non può ritenere accettabile il rifiuto di ricorrere al vaccino, che potrebbe dare almeno il 95% delle possibilità che tutto ciò non si ripeta più.

Mi permetto di riprodurre una frase pubblicata da Ottavio Di Stefano, presidente dell’Ordine dei Medici di Brescia, in occasione della vaccinazione:

“Ieri ho messo il vestito buono e sono andato nel mio vecchio, amato ospedale per vaccinarmi con inaspettata, intensa commozione”. Una commozione che condividiamo, prodotta dal pensiero di una scienza amica, dal ricordo di tanti nostri concittadini che avrebbero potuto essere salvati se il vaccino fosse (miracolosamente!) arrivato prima, dalla speranza per un futuro meno drammatico. “A shot of hope” ha titolato il New York Times, descrivendo la sensazione di fronte al vaccino di un medico, “che sta ancora combattendo la sua battaglia, ma inizia a vedere l’orizzonte”.

Mi auguro che l’attuale momento di crisi possa essere superato a breve; in questo momento, però, come medico e come studioso dei problemi clinici e umani posti dagli anziani fragili mi sento particolarmente vicino a coloro che devono affrontare un dialogo difficile con chi fosse contrario alla vaccinazione. Vicino a gestori e operatori che lavorano a fianco di chi mostrasse qualche resistenza, vicino agli ospiti ai quali si dedicano attenzioni e competenza.

Io appena sarà possibile mi vaccinerò.

Le RSA del nostro paese hanno vissuto tempi drammatici (e alcune li stanno vivendo ancor oggi); dobbiamo risparmiare a questi luoghi di sofferenza ulteriori difficoltà e fatiche. Chi crede che le RSA sono indispensabili per costruire una “vita buona” di tanti anziani ammalati e non autosufficienti non può infliggere loro ulteriori momenti di dolore.

Vaccino COVID 19….. e noi.

Oggi per gli europei è il giorno del Vaccino.

È giusto iniziare dai più fragili, da…

Pubblicato da Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri provincia di Brescia su Domenica 27 dicembre 2020

Anche Marco Trabucchi presidente dell' AIP – Associazione Italiana di Psicogeriatria insiste, come noi di Uneba, sulla…

Pubblicato da Uneba su Mercoledì 30 dicembre 2020

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Toscana – Coordinamento Pollicino su infanzia, adolescenza e famiglia

Una delle buone pratiche di coordinamento tra enti che si occupano di minori che Uneba propone – con
Leggi di più

La Chiesa di Napoli invita Uneba a essere “protagonista del bene” con bambini e ragazzi

L’arcivescovo mons.Vincenzo Pelvi ha celebrato nella chiesa di San Carlo Borromeo al centro direzionale di Napoli la messa
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care