Skip to content

Il professor Zamagni agli enti Uneba: I volontari devono sentirsi importanti per la causa, anche nella progettazione degli interventi

“La filantropia deve uscire dalla logica emergenziale ed entrare in una logica strategica” è stato il tema dell’applauditissima lectio magistralis di Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali al convegno “Custodi della fragilità” di Uneba nazi0nale.

Realizzato sotto forma di intervista con il direttore generale di Fondazione Opera Immacolata Concezi0ne Onlus Fabio Toso, l’intervento di Zamagni, oltre al tema del titolo, tratta anche della motivazione al volontariato.

“Per attirare un volontario – si è raccomandato Zamagni-, specialmente giovane, bisogna fargli sentire che è importante per la causa. Si soddisfa così il suo bisogno di autorialità (dal latino augeo, far crescere). Invece a volte il volontario è visto come un portatore d’acqua, utile ma non indispensabile. Non devi avvicinare i giovani in modo pietistico dicendo ‘devi aiutare’: se obblighi uno a donare, non è più un dono”.

“Dobbiamo risvegliare l’idea di fare le cose per amore“.

Il dono è più di una donazione: è una relazione interpersonale”.

Non dobbiamo, si è raccomandato Zamagni, considerare una dicotomia pubblico-privato. “Uneba appartiene alla sfera del civile, in una tripartizione pubblico-privato-civile”. Che è quella, ha sottolineato il professore, a cui fanno riferimento gli articoli 42 e 43 della Costituzione.

“Su questo tema è rivoluzionaria la sentenza 131 del giugno 2020 della Corte Costituzionale che afferma che il civile ha la stessa dignità del pubblico e del privato” (ne parlavamo anche sul sito Uneba).

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Toscana – Coordinamento Pollicino su infanzia, adolescenza e famiglia

Una delle buone pratiche di coordinamento tra enti che si occupano di minori che Uneba propone – con
Leggi di più

La Chiesa di Napoli invita Uneba a essere “protagonista del bene” con bambini e ragazzi

L’arcivescovo mons.Vincenzo Pelvi ha celebrato nella chiesa di San Carlo Borromeo al centro direzionale di Napoli la messa
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care