Skip to content

I costi (e i ricavi) nelle rsa: come renderli più efficienti

Qui la presentazione dello studio di benchmarking su 10 rsa da cui sono tratti i dati sui costi del personale e le strategie per rendere più efficienti costi e ricavi che qui vi presentiamo. I dati sono del biennio 2008-2009.

Costo del personale

Il personale sociosanitario nelle 10 rsa analizzate costa in media 20199 euro per posto letto.

Il costo del personale sociosanitario è il 60,2 % di tutti i costi della struttura. Questi valori sono naturalmente inferiori quando nell’ente lavora anche personale religioso.

Il direttore della struttura costa in media 42,55 euro l’ora, calcolando ovviamente le ore previste dal contratto e non quelle effettivamente lavorate.

Il personale è di gran lunga la principale voce di costo, dato che supera il 60% del totale.

Le successive:

  1. Ristorazione 10%
  2. Costi amministrativi 8%
  3. Pulizia e sanificazione 5,5%
  4. Utenze 4,5%
  5. Lavanderia e stireria 3,6%
  6. Manutenzione e assistenza 3,5%
  7. Presidi e materiali di consumo sanitario 2%
  8. Oneri finanziari 1,4%
  9. Medicinali 1%
  10. Smaltimento rifiuti 0,4%
  11. Altre voci 0,6%

Le strategie per ridurre i costi o aumentare i ricavi

La struttura dei costi in una casa di riposo, evidenza lo studio, è rigidissima. Le grandi differenze normative tra le Regioni non incidono poi molto sui costi. Sul costo del personale è assai difficile incidere, ma su molte delle altre voci di costo sì.

Non ci sono, tra le 10 rsa esaminate, strutture del tutto virtuose e altre del tutto inefficienti: ciascuna eccelle nel contenere la spesa in un settore e dà cattivi risultati in un altro. Il che mostra che c’è uno spazio di miglioramento ed offre una ragione in più per il confronto tra i responsabili degli enti.

Si consiglia inoltre, scrivono gli autori dello studio di benchmarking, di diversificare la struttura dei ricavi introducendo servizi diversi nell’ente, anziché basarsi solo su rette e contributo dell’ente pubblico Questo serve anche ad essere meno dipendenti dall’ente pubblico.

Diversificare i servizi può permettere anche la condivisione di alcune risorse con conseguente risparmio. E permette di aprirsi maggiormente al territorio, il che può tornare a vantaggio del fund raising.

5 commenti

  1. lo studio che avete fatto è molto interessante, anch’io lo faccio, però come singolo ente e non in raffronto con altri e quindi faccio fatica a capire se il dato è virtuoso o meno. Il dato è che la spesa per il personale incide per il 76% del complessivo e fare servizi alternativi non sempre dipende anche dallo spazio che lasciano gli altri soggetti. Mi incuriosisce sapere come è stato definito che una % spesa è efficiente mentre altra è inefficiente.

  2. Buongiorno, nelle percentuali di incidenza dei costi non trovo le spese per il riscaldamento ne quelle di un affitto dello stabile e nemmeno quelle delle continue e costanti ristrutturazioni dovute agli adeguamenti normativi e/o ammodernamenti.Cordialità.

  3. buongiorno,
    20199€ come costo annuo del personale per posto letto mi sembra una follia…

  4. I vostri calcoli non mi sembrano corretti. La spesa del personale per posto letto e’ esagerata. Come gia’ osservato da un altro lettore, non tenete conto di altri oneri quali affitto (o ammortmenti e costo del capitale impegnato) e manutenzioni.

  5. Buongiorno leggo.molto interessato sia la.sooegaziome che i commenti.
    Mi pare che 20.000 euro a posto letto per il solo costo del personale sia alto.
    Qualcuno ha un business Plan per RSA da 78 posti o 102 posti…vorrei vedere la suddivisione dei costi…
    Per o ricavi altenernatici lo.vedo complicato…


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Lombardia – Dgr 1513, Regole, Piano sociosanitario: slide di Marchesi

“RSA: le Regole di sistema Regionali, la DGR 1513 e il Piano Sociosanitario Regionale” è il titolo della
Leggi di più

Blocco delle rette Rsa in Lombardia: profili di illegittimità

Il blocco agli aumenti delle rette di compartecipazione dell’utenza per le unità d’offerta stabilito da Regione Lombardia è
Leggi di più

Divieto di fattura elettronica per le prestazioni sociosanitarie

Prorogato per il 2024 il divieto di fatturazione elettronica per i soggetti Iva che effettuano prestazioni sanitarie e
Leggi di più

Rsa necessaria, Rsa accogliente – Le Iene a Casa Simonetti

Una madre novantenne,  Teresa, e un figlio malato di Parkinson, Bruno, in condizioni economiche e sociali fragili. Non
Leggi di più

In ricordo delle vittime del Covid, teatro con la Rsa Vaglietti Corsini

Mercoledì 21 febbraio 2024, anniversario della primo caso di Covid accertato in Italia, all’interno del convegno Uneba Bergamo,
Leggi di più

Sponsor