Skip to content

Garante nazionale per l’infanzia

Il consiglio dei ministri del 19 novembre ha approvato il disegno di legge per l’istituzione del Garante Nazionale per l’Infanzia, che ora dovrà essere discusso da Camera e Senato.

Qui il testo del ddl.

A cosa servirebbe il Garante?

In base al disegno di legge, il Garante viene nominato dai presidenti di Camera e Senato e resta in carica 4 anni. Scopo del Garante sarebbe far rispettare diritti e interessi dei bambini come stabiliti dalla Convenzione sui diritti del fanciullo approvata dall’Onu il 20 novembre 1989 (è per questo che il 20 novembre di ogni anno è “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia”) e dalle norme europee e nazionali.

Inoltre il Garante dovrebbe inserirsi nella Enoc, rete europea di Garanti suoi colleghi, promuovere forme di consultazione del mondo dei bambini e dei ragazzi, avere funzione consultiva su provvedimenti in materia di infanzia e adolescenza, stimolare iniziative legislative e culturali sul tema.

Il Garante avrebbe poi anche diritto di chiedere agli enti pubblici informazioni rilevanti in merito alla tutela dei minori e di effettuare visite di controllo in strutture per minori, private e pubbliche.

Verrebbe predisposto anche un numero di telefono gratuito per contattare il Garante, a disposizione di tutti per segnalare violazioni di diritti dei minori o rischi di violazioni.

Per il funzionamento del Garante verrebbero stanziati 200 mila euro all’anno da trovare riducendo le spese in altri già stabiliti settori.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Forum Non Autosufficienza a Bari, 5 proposte con Uneba Puglia

Cinque appuntamenti curati da Uneba Puglia nel Forum Non Autosufficienza Focus Puglia, in programma il 13 e 14
Leggi di più

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Sponsor